FAQ

FAQ – Mesoterapia omeopatica Roma

1) Che cosa è la mesoterapia omeopatica?

La mesoterapia omeopatica è una tecnica che associa l’iniettore di mesoterapia, l’agopuntura  e i rimedi di omeopatia in un unico atto medico. I rimedi di omeopatia in formulazione iniettabile sono infiltrati sia sul luogo del trattamento, sia su punti di agopuntura.  Alla seduta di mesoterapia è pertanto associata anche una seduta di agopuntura.  La tecnica di applicazione congiunta sfrutta la sinergia più che additiva tra iniettore e due delle maggiori tecniche di MNC, aumentando l’efficienza in terapia, ma senza rinunciare all’elevata tollerabilità per il paziente.

2) Quali malattie possono essere trattate in mesoterapia omeopatica?

La mesoterapia omeopatica è una tecnica avanzata che può essere applicata a molte malattie. I campi di azione più frequenti sono la terapia del dolore, la riabilitazione delle malattie articolari e l’estetica. La mesoterapia omeopatica permette una terapia efficiente,che può però essere prolungata nel tempo, quando richiesto dalla situazione clinica perchè priva di effetti collaterali indesiderati per il paziente. Anche l’applicazione in estetica è altrettanto priva di controindicazioni consentendo tranquillità nelle cure, La terapia del dolore e la terapia estetica sono applicazioni richieste e la mesoterapia omeopatica è uno strumento da considerare sia da sola, sia quando necessario in associazione ad altra terapia.

3) La mesoterapia omeopatica può esporre il paziente a rischi?

La mesoterapia omeopatica è una terapia integrata che associa tre tecniche mediche non invasive mantenendo contenuto il rischio biologico. La tecnica è apprezzata dai medici che la praticano e dai loro pazienti proprio per l’elevata tollerabilità. Anche in gravidanza è possibile fare trattamenti senza esporre la pazienti e il nascituro a rischio,  come avviene invece in caso di terapia farmacologica. La mesoterapia omeopatica è un trattamento efficiente privo di effetti collaterali significativi.

4) La mesoterapia omeopatica può essere somministrata in gravidanza ?

La mesoterapia omeopatica può essere somministrata in gravidanza senza esporre la donna e il nascituro a rischi. La mesoterapia omeopatica in gravidanza è apprezzata per la terapia del dolore. La terapia estetica con mesoterapia omeopatica è altrettanto possibile, anche se si consiglia di attendere la fase dell’allattamento per questa categoria di trattamento. Sono possibili anche altri interventi con mesoterapia omeopatica con lo scopo di contenere o evitare terapia  farmacologica maggiormente invasiva, proteggendo in tal modo la gravidanza.

5) Perché la mesoterapia omeopatica è preceduta dalla visita?

La mesoterapia omeopatica è preceduta dalla visita medica e quando necessario da esami diagnostici strumentali o di laboratorio. La diagnosi esatta della situazione clinica del paziente è necessaria per stabilire il corretto protocollo di trattamento e quando necessario la corretta associazione con terapia farmacologica o chirurgica. La mesoterapia omeopatica è priva di effetti collaterali indesiderati, quando a prescrivere e somministrare il trattamento è un medico esperto di omotossicologia e agopuntura.

6) Quali sono i requisiti professionali dell’operatore che somministra mesoterapia omeopatica? 

La mesoterapia omeopatica è un atto medico ed è pertanto somministrata da un esperto di omeopatia e agopuntura.  L’ iscrizione presso l’ Ordine dei Medici e presso il Registro dei medici che praticano l’ omeopatia e l’ agopuntura, sono una indicazione per il paziente sulla qualità della formazione ricevuta dell’operatore.  La mesoterapia omeopatica non si contrappone ne sostituisce le linee guida della medicina convenzionale, ma stabilisce con esse una virtuosa sinergia sia in terapia, sia in prevenzione.

7) Quanto durano i trattamenti di mesoterapia omeopatica ?

I trattamenti in mesoterapia omeopatica si applicano in cicli di sedute. Le sedute durano a secondo i casi circa venti minuti. Nelle malattie con dolore o disfunzione acute, le sedute possono essere ravvicinate. Generalmente però la mesoterapia è considerata nella terapia del dolore cronico, la riabilitazione articolare e per l’estetica.  Per queste patologie la mesoterapia omeopatica si applica in genere due volte la settimana e i cicli di trattamento possono essere ripetuti successivamente in prevenzione.

8) La mesoterapia omeopatica è utile nell’estetica ?

La mesoterapia omeopatica è  conosciuta principalmente per le sue applicazioni in estetica. In questo campo le applicazioni sono numerose, ma quelle generalmente più richieste sono il trattamento delle adiposità localizzate, la ritenzione idrica e la cellulite. Con la mesoterapia facciale o Biolifting è possibile invece intervenire sul volto. La mesoterapia omeopatica in estetica è apprezzata dai medici e dai pazienti per l’assenza di rischi collaterali significativi che consentono la ripetizione dei trattamenti senza determinare danni ai pazienti. La mesoterapia omeopatica in estetica contribuisce a ridurre trattamenti maggiormente invasivi preservando la salute dei pazienti.

9) La mesoterapia omeopatica può essere utilizzata nella riabilitazione articolare?

La mesoterapia omeopatica è uno strumento considerevole nella terapia delle infiammazioni articolari e muscolari croniche. In tale contesto la mesoterapia omeopatica è importante non solo per l’analgesia, ma sopratutto per la riduzione dell’infiammazione cronica e per la prevenzione delle recidive. A tal scopo è necessario un monitoraggio scansionato nel tempo in modo da predisporre mesoterapia omeopatica prima delle eventuali recidive. Il pregio del trattamento con mesoterapia omeopatica risiede proprio nel fornire uno strumento valido di prevenzione delle recidive oltre che certamente per cura delle fasi sintomatiche. La mesoterapia omeopatica non espone il paziente a effetti secondari indesiderati e contribuisce a ridurre terapia maggiormente invasiva.

10) La mesoterapia omeopatica può essere associata a terapia farmacologica o chirurgica?

La mesoterapia omeopatica può essere associata a terapia farmacologica o chirurgica quando la situazione clinica lo richiedesse. Quando è possibile trattare una malattia con la sola mesoterapia omeopatica, questa condotta è preferibile perché tale metodo non espone il paziente a effetti collaterali indesiderati. Nella situazione clinica, che invece richiedesse invece terapia maggiormente invasiva, la mesoterapia omeopatica è associata per migliorare i risultati e contenere il dosaggio dei farmaci, a beneficio del paziente.

11) La mesoterapia omeopatica ha un ruolo nella terapia del dolore ?

Per la gestione del dolore è utile la mesoterapia omeopatica come cura analgesica priva di effetti indesiderati. La terapia del dolore con mesoterapia omeopatica evidenzia peraltro anche un effetto antinfiammatorio e miorilassante. La mesoterapia omeopatica per il dolore consiste nell’applicare rimedi di omeopatia iniettabile con l’iniettore direttamente sulla zona di proiezione del dolore e con ago singolo su i punti di agopuntura coerenti con le sue cause. Si tratta di una metodica complessa integrata in una terapia  che associa anche altri presidi quando necessario. L’impiego di mesoterapia omeopatica è particolarmente importante per la cura delle patologie infiammatorie che provocano oltre al dolore, anche disfunzione.

12) La mesoterapia omeopatica può essere associata ad una dieta?

Nella dieta è utile la mesoterapia omeopatica per massimizzare il risultato estetico senza  effetti collaterali indesiderati. Altrettanto la mesoterapia omeopatica  ha migliori risultati se associata ad una  dieta coerente alle corrette retroazioni ormonali e carichi glicemici. Il paziente che decide di fare cure con  indicazione estetica è  già in partenza più attento alla propria alimentazione. Infatti la dieta  corretta rappresenta un metodo valido di preservare la salute o di recuperarla più facilmente. Altrettanto è valido per i trattamenti con indicazione estetica.  La dieta più significativa da associare alla mesoterapia omeopatica è la nutrizione clinica. Si tratta di un metodo  che applica la analisi della composizione corporea  per  individuare  una corretta sequenza nutrizionale personale. La mesoterapia omeopatica per dimagrire è applicata localmente sui cuscinetti di grasso e sopratutto anche  sui punti di agopuntura coerenti con la problematica. i tratta di una metodica complessa integrata in una terapia che non si deve concludere solo come atto terapeutico locale.

13) La mesoterapia  omeopatica può essere applicata nello sport?

La mesoterapia omeopatica è utile nel trattamento del trauma o del surmenage nello sport, come antinfiammatorio analgesico e decontratturante privo di effetti collaterali indesiderati. La mesoterapia omeopatica ha molte applicazioni tra le quali emergono quelle connesse al recupero del paziente dopo traumatismo  o sovrallenamento sportivo. La mesoterapia omeopatica consiste nel somministrare su punti particolarmente indicati, i  rimedi di omeopatia iniettabile pertinenti per la lesione, consentendo efficienza, senza effetti collaterali indesiderati. L’ infiammazione residuale, il dolore e la ridotta funzione sono gli esiti più comuni dopo incidente o sollecitazione eccessiva nello sport. Il recupero dello sportivo e il suo trattamento sono una delle indicazioni più frequenti per la mesoterapia omeopatica.

14) La mesoterapia omeopatica è utile nella riabilitazione delle articolazioni?

La mesoterapia omeopatica è utile nella riabilitazione funzionale delle articolazioni come antinfiammatorio analgesico e decontratturante senza effetti collaterali indesiderati. La mesoterapia omeopatica ha molte applicazioni tra le quali emergono quelle connesse al recupero del paziente con esiti di impegno o degenerazione articolare. La mesoterapia è un metodo  di somministrazione, l’agopuntura una tecnica  di stimolazione e l’ omeopatia una metodica per preparare rimedi efficaci, ma senza effetti collaterali indesiderati. L’ applicazione congiunta di mesoterapia, agopuntura  e omeopatia, culmina in uno strumento di terapia efficiente, ma senza rischio iatrogeno. L’ infiammazione residuale, il dolore e la ridotta funzione sono gli esiti più comuni da riabilitare nel danno articolare. Il loro recupero è una delle indicazioni più frequenti .

 

Dott. Fabio Elvio Farello

 

Faq di mesoterapia omeopatica

Faq di mesoterapia omeopatica